Chi siamo

per diventare socio e poter partecipare a tutte le iniziative sociali,

è sufficiente  rivolgersi a:

per informazioni   3490712860    info@lavocealice.com

Face Book : Associazione Culturale La Voce

 

CONSIGLIO DIRETTIVO

Renato Gialluca………………………….Presidente

Daniele Inocco…………………………..Vice Presidente -Segretario – Tesoriere

Yvette Geissbhűlher ………………….Consigliere

Maria Lacchio…………………………….Consigliere

Giuseppe Volpe…………………………..Consigliere

 

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE

 

L’anno duemilaotto in questo giorno uno del mese di aprile in Alice Castello (VC)
Si sono riuniti i seguenti cittadini italiani:
– Bellardone Renzo
– Salussolia Domenico
– Regge Anna
– Ponzoni Valentina
– Pisaniello Raffaello
Al fine di procedere alla costituzione di una Associazione Culturale senza scopo di lucro non riconosciuta.
Assume la Presidenza il Signor Bellardone Renzo che chiama a fungere da segretario il Signor Pisaniello Raffaello.
Il Presidente illustra ai presenti le motivazioni che stanno alla base della volontà di dar vita ad una Associazione senza scopo di lucro. Dopo ampia discussione si decide quanto segue:
1. Con decorrenza dieci gennaio 2008 è costituita l’Associazione denominata “La Voce”;
2. Il primo anno sociale avrà termine il 31 dicembre 2008;
3. La sede sociale è sita in Alice Castello (VC), Via Circonvallazione n. 22/b. Il domicilio legale degli associati per ogni rapporto con l’Associazione è la sede sociale. La sede sociale potrà essere trasferita su decisione dell’Assemblea dei Soci.
4. Regolano i rapporti fra gli associati le disposizioni del presente Atto Costitutivo, così come integrate dallo Statuto Sociale allegato in calce al presente Atto Costitutivo.
5. L’Associazione persegue i seguenti scopi.
– diffondere la cultura in tutte le sue forme;
– ampliare la conoscenza della cultura in genere, attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni;
– allargare gli orizzonti didattici in tutti gli ambiti culturali;
– proporsi come luogo d’incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, attraverso l’ideale dell’educazione permanente;
6. L’Associazione “LA VOCE” per il raggiungimento dei suoi fini, intende promuovere varie attività, in particolare:
– attività culturali: convegni, conferenze, dibattiti, seminari, proiezioni di films e documenti, concerti, lezione-concerti, spettacoli teatrali, ecc.;
– attività editoriale in genere.
7. L’Associazione non ha scopo di lucro e deve considerarsi, ai fini fiscali, ente non commerciale. Si esclude l’esercizio di qualsiasi attività commerciale che non sia svolta in maniere marginale e comunque ausiliaria, secondaria o strumentale al perseguimento dello scopo istituzionale.
8. Le attività di cui al comma precedente sono svolte dall’Associazione prevalentemente tramite le prestazioni fornite dai propri aderenti. L’attività degli aderenti non può essere retribuita in alcun modo nemmeno da eventuali diretti beneficiari. Agli aderenti possono solo essere rimborsate dall’Associazione le spese effettivamente sostenute per l’attività prestata, previa documentazione ed entro i limiti preventivamente stabiliti dall’Assemblea dei soci. Ogni forma di rapporto economico con l’Associazione derivante da lavoro dipendente o autonomo, è incompatibile con la qualità di socio.
9. Il patrimonio dell’Associazione è costituito da tutti i beni immobili e mobili di proprietà dell’Associazione stessa, dalle quote versate dai soci, da qualsiasi provento derivante dall’attività svolta dall’Associazione stessa.
10. L’Associazione svolge la propria attività per il raggiungimento degli scopi istituzionali in totale autonomia finanziaria rispetto agli associati e ad ogni altro ente, persona fisica, persona giuridica o realtà istituzionale con i quali si trovi eventualmente a collaborare.
11. L’Associazione è insindacabilmente apartitica e aconfessionale: l’esercizio e la manifestazione della propria appartenenza politica e o religiosa dovranno avvenire in altre e separate sedi.
12. L’Associazione non pone nessuna restrizione di colore, sesso, religione, censo ai propri associati, ed anzi rifiuta a priori ogni restrizione o distinzione basata su tali premesse.
13. L’Assemblea dei soci Fondatori nomina quali componenti del Consiglio Direttivo:
– Presidente il Signor Bellardone Renzo;
– Vice Presidente la Signora Ponzoni Valentina;
– Segretario il Signor Pisaniello Raffaello;
– Tesoriere il Signor Salussolia Domenico;
– Consigliere la Signora Regge Anna.
Tutti attestano la mancanza di cause di incompatibilità ed accettano la carica. Tali cariche dureranno fino al 31 dicembre 2008, data oltre la quale si procederà alla nomina del nuovo Consiglio Direttivo secondo quanto previsto dallo Statuto Sociale.
14. Il Presidente del Consiglio Direttivo viene autorizzato, qualora si rendesse necessario, a compiere tutte le pratiche necessarie per il riconoscimento dell’Associazione presso le Autorità competenti.
15. L’Associazione si estinguerà se l’insieme dei soci Fondatori più soci Ordinari si ridurrà a meno di quattro. In caso di scioglimento il patrimonio sociale verrà devoluto secondo quanto previsto dallo Statuto Sociale.
16. Per quanto riguarda gli aspetti organizzativi della vita dell’Associazione e delle attività svolte per raggiungere i fini istituzionali dell’Associazione stessa, si rimanda allo Statuto Sociale dell’Associazione Culturale “La Voce”, concordato all’unanimità fra i soci Fondatori ed allegato in calce al presente Atto.
Il presente atto è esente dall’Imposta di Registro e Bollo ai sensi delle Legge 266 del 1991 art. 8.

Alice Castello lì, 01 aprile 2008

Il Presidente ____________________________

Il Vice Presidente ________________________

Il Segretario ____________________________

Il Tesoriere _____________________________

Il Consigliere ____________________________

 

Grafica1

STATUTO SOCIALE

Art. 1.                 E’ costituita l’Associazione culturale denominata “LA VOCE”; è una libera Associazione di fatto, apartitica e aconfessionale con durata illimitata nel tempo e senza scopo di lucro, regolata a norma del Titolo I Capo III, art. 36 e segg. del Codice Civile, nonché dal presente Statuto.

Art. 2.                 L’Associazione potrà avere sede in tutto il territorio nazionale e potrà costituire altre unità locali sempre sullo stesso territorio.

Art. 3.                 L’Associazione “LA VOCE” persegue i seguenti principi: assenza del fine di lucro, democraticità della struttura, elettività, gratuità delle cariche associative, gratuità delle prestazioni fornite dagli aderenti (salvo il rimborso spese anticipate dal socio in nome e per conto della associazione), i quali svolgono la propria attività in modo personale e spontaneo. Ai sensi della suddetta democraticità della struttura, tutti gli organi sociali vengono eletti esclusivamente e liberamente dall’Assemblea ordinaria dei soci; le cariche all’interno dei suddetti organi sociali (Presidente, vicepresidente, segretario, tesoriere, ecc.) vengono attribuite dal rispettivo organo. Tutti i membri sociali devono essere soci.

Art. 4.                 L’Associazione “LA VOCE” opera in maniera specifica con prestazioni non occasionali di volontariato, nell’attività culturale proponendosi di diffondere la cultura in tutte le sue forme, ampliare la conoscenza della cultura in genere, attraverso contatti fra persone, enti ed associazioni, allargare gli orizzonti didattici in tutti gli ambiti culturali, proporsi come luogo d’incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, attraverso l’ideale dell’educazione permanente;

Art. 5.              L’Associazione “LA VOCE” per il raggiungimento dei suoi fini, intende promuovere varie attività, in particolare:

–          attività culturali: convegni, conferenze, dibattiti, seminari, proiezioni di films e documenti, concerti, lezione-concerti, spettacoli teatrali, ecc.;

–          attività editoriale in genere.

Art. 6.              L’Associazione “LA VOCE” è offerta a tutti i maggiorenni che, interessati alla realizzazione delle finalità istituzionali, ne condividono lo spirito e gli ideali. La struttura sociale sarà così formata:

–          Soci Fondatori: sono le persone che hanno contribuito alla nascita dell’associazione;

–          Soci Ordinari: sono le persone che si impegnano a pagare, per tutta la permanenze del vincolo associativo, la quota annuale stabilita dal Consiglio Direttivo;

–          Soci Onorari e Sostenitori: sono le persone che abbiano contribuito in maniera determinante, con la loro opera od il loro sostegno ideale ovvero economico alla costituzione ed alla crescita dell’associazione e  sono esonerati dal versamento di quote annuali.

Le quote o i contributi associativi non sono trasmissibili e non sono soggetti a rivalutazione.

Art. 7.              L’ammissione dei soci ordinari è deliberata dal Consiglio Direttivo, su domanda scritta del richiedente. Contro il rifiuto di ammissione è ammesso appello, entro 30 giorni, alle stesso Consiglio Direttivo.

Art. 8.              Tutti i soci hanno uguali diritti e doveri

 

Art. 9              Diritti dei soci: partecipare alle assemblee con diritto di voto; poter accedere alle     cariche elettive.

Doveri dei soci: rispettare lo Statuto, pagare la quota associativa, mantenere comportamento equo e corretto nei confronti degli altri.

 

Art. 10.          Il patrimonio dell’associazione è costituito da:

–          Beni, immobili e mobili,

mentre le risorse economiche sono costituite da:

–          Contributi;

–          Donazioni e lasciti;

–          Rimborsi;

–          Attività marginali di carattere commerciale e produttivo;

–          Ogni altro tipo di entrate.

I contributi degli aderenti sono costituiti dalle quote di associazione annuale, stabilite dal Consiglio Direttivo e da eventuali contributi straordinari stabiliti dall’assemblea, che ne determina l’ammontare.

Le elargizioni in denaro, le donazioni e i lasciti, sono accettate dall’assemblea, che delibera sulla utilizzazione di esse, in armonia con finalità statutarie dell’organizzazione.

E’ vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

Art. 11.          L’anno finanziario inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno. Il Consiglio Direttivo deve redigere i Rendiconti preventivo e quello consuntivo. I Rendiconti preventivo e consuntivo devono essere approvati dall’Assemblea ordinaria ogni anno entro il mese di aprile. Deve essere depositato presso la sede dell’Associazione entro i 15 giorni precedenti la seduta per poter essere consultato da ogni associato.

Art. 12.          Gli organi dell’Associazione sono:

–          l’assemblea dei soci;

–          il Consiglio Direttivo;

–          il Presidente;

Art. 13.          L’Assemblea dei soci è il momento fondamentale di confronto, atto ad assicurare una corretta gestione dell’Associazione ed è composta da tutti i soci, ognuno dei quali ha diritto ad un voto. Essa è convocata almeno una volta all’anno in via ordinaria, ed in via straordinaria quando sia necessaria o sia richiesta, dal Consiglio Direttivo o da almeno un decimo degli associati. In prima convocazione l’assemblea ordinaria è valida se è presente la maggioranza dei soci, e delibera validamente con la maggioranza dei presenti; in seconda convocazione delibera validamente con la maggioranza dei presenti. L’assemblea straordinaria delibera in prima convocazione con la presenza e con il voto favorevole della maggioranza dei soci ed in seconda convocazione delibera validamente con il voto favorevole di 2/3 dei soci presenti. La convocazione ai soci va fatta mediante comunicazione a mezzo, lettera raccomandata o fax o e-mail o sms od altro mezzo utilizzabile dal quale sia possibile avere riscontro di ricezione da parte del socio stesso.

Art. 14.          L’Assemblea ordinaria ha i seguenti compiti:

–          eleggere il Consiglio Direttivo;

–          approvare i Rendiconti preventivo e consuntivo;

–          approvare il regolamento interno.

L’Assemblea straordinaria delibera sulle modifiche dello Statuto e l’eventuale scioglimento dell’Associazione. All’apertura di ogni seduta l’Assemblea elegge un Presidente ed un Segretario che dovranno sottoscrivere il verbale finale.

Art. 15.          Il Consiglio Direttivo può essere composto da cinque a sette membri, eletti dall’Assemblea fra i propri componenti. Il Consiglio Direttivo è validamente costituito quando sono presenti 2 membri. I membri del Consiglio Direttivo svolgono la loro attività gratuitamente e durano in carica 3 anni. Il Consiglio Direttivo può essere revocato dall’Assemblea con la maggioranza di 2/3 dei soci.

Art. 16.          Il Consiglio Direttivo è l’organo esecutivo dell’Associazione “LA VOCE”. Si riunisce in media due volte l’anno ed è convocato da:

–          Il Presidente;

–          Da almeno 2 dei componenti, su richiesta motivata;

–          Richiesta motivata e scritta di almeno il 30% dei soci;

Il Consiglio Direttivo ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione. Nella gestione ordinaria i suoi compiti sono:

–          Predisporre gli atti da sottoporre all’Assemblea;

–          Formalizzare le proposte per la gestione dell’Associazione;

–          Elaborare il Rendiconto consuntivo che deve contenere le singole voci di spesa e di entrata relativa al periodo di un anno;

–          Elaborare il Rendiconto preventivo che deve contenere, suddivise in singole voci, le previsioni delle spese e delle entrate relative all’esercizio annuale successivo;

–          Stabilire gli importi delle quote annuali delle varie categorie di soci;

–          Redigere un verbale ad ogni riunione da affiggere all’Albo dell’Associazione.

Art. 17.          Il Presidente dura in carica tre anni ed è legale rappresentante dell’Associazione a tutti gli effetti. Egli convoca e presiede il Consiglio Direttivo, sottoscrive tutti gli atti amministrativi compiuti dall’Associazione; può aprire e chiudere conti correnti bancari e postali e procedere agli incassi ed ai pagamenti. Conferisce ai soci procura speciale per la gestione di attività varie, previa approvazione del Consiglio Direttivo.

Art. 18.          Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea straordinaria appositamente convocata con il voto favorevole di ¾ /(tre/quarti) dei soci presenti in seconda convocazione. Il patrimonio residuo dell’ente, dedotte le passività e pendenze in essere, deve essere devoluto ad associazione di volontariato con finalità analoghe .

 

 

 

 

 

Per quanto non previsto dal presente statuto, dai regolamenti interni, dalle disposizioni e dagli atti emessi dagli organi competenti, decide l’Assemblea, ai sensi delle leggi vigenti e dei principi generali dell’ordinamento giuridico.